"Yoga"
La Pratica dello Yoga ed i suoi benefici

Lo Yoga è un’attività psico-fisica che, attraverso il movimento e la respirazione circolare consapevole ridona al corpo flessibilità, tonicità e grande benessere.

Le antiche tecniche utilizzate da questa disciplina agiscono sul corpo e sulla respirazione permettendo di espandere l’energia vitale presente in ognuno e di ritornare alla naturalità del proprio essere.

Yoga significa "unione": esso aiuta a ristabilire un profondo contatto con sé stessi e a sperimentare il centro puro dell’essere. Le tecniche di respiro consapevole sono la chiave di ricerca e crescita personale utilizzate per entrare in profondità dentro sé stessi, liberarsi dai blocchi e riconnettersi con la propria saggezza interiore.

La pratica dello Yoga conduce, quindi, ad un allineamento fra mente, corpo, emozioni e il momento presente; facilita la chiarezza e la presa di decisioni responsabili; favorisce l'accesso alle proprie qualità essenziali e risorse interiori; permette di mantenere la propria energia fluida ed espansa, in fiducia con l'esistenza.

Le tecniche di respiro consapevole usate durante questa pratica aiutano a connettersi e interagire con la nostra parte più profonda, quella emozionale, che ci permette di accedere all'Intelligenza Emotiva. Particolare attenzione viene data al riconoscimento dei reali bisogni e alla loro distinzione da desideri e aspirazioni.

Hata-Yoga: significato e benefici

Lo Hata-Yoga é il tipo di Yoga più praticato in occidente ed è una pratica indirizzata al raggiungimento del controllo fisico, una forma di yoga che lavora sulla forza fisica e sul controllo della respirazione per prepararsi alla contemplazione e alla meditazione.

In realtà, quando pratichiamo Hata-Yoga non stiamo lavorando solo a livello fisico, attraverso gli Asana (le posizioni dello yoga), perché stiamo anche respirando in un determinato modo, praticando il Pranayama (il controllo del soffio vitale) e viviamo un certo stato d’animo, assimilabile alla concentrazione (Dharana). Di non meno importanza sono poi le tecniche di purificazione corporea (Shatkarman) e le contrazioni (Bandha) di determinate parti del corpo, che accompagnano la ritenzione del respiro (Kumbhaka). Ancora, un’importanza particolare rivestono poi nello Hatha Yoga, i Mudra (letteralmente sigilli), gesti che hanno lo scopo di bloccare l’energia all’interno del corpo, al fine di non disperderla.

La parola Hatha è composta da ha (sole) e tha (luna), in riferimento al passaggio dell’aria nella narice destra (assimilata al sole) e nella narice sinistra (assimilata alla luna). Quindi lo Hatha Yoga vuole rappresentare l’insieme dei due respiri. Possiamo vedere nei due astri – il sole e la luna – anche il maschile e il femminile, il caldo e il freddo, il giorno e la notte, il cuore e la ragione, la testa e la "pancia"...

Nello Hata Yoga tutte le dualità e gli opposti che ci vengono in mente mirano ad essere riuniti, e a funzionare in armonia; lo Hata Yoga ha infatti come scopo il raggiungimento del Samadhi, cioè l’annullamento della dualità, perché "se il cuore e la ragione collaborano si vive meglio e si prendono decisioni migliori".
In conclusione, gli stadi più elevati dello Hatha Yoga corrispondono a quelli del Raja yoga (o yoga delle otto membra): la ritrazione dei sensi dagli oggetti esterni (Pratyahara), la meditazione (Dhyana) e il Samadhi, l’annullamento della dualità, il momento più alto dell’esperienza yogica.

Non ci resta che augurarvi buona pratica.
Namasté

TORNA A TUTTI I CORSI

Vuoi contattarci per avere più informazioni?

contatti